Blog

Alcuni articoli che potrebbero essere utili.

Migliori applicazioni per mappe concettuali

Le migliori applicazioni per mappe concettuali sono sicuramente quelle che permettono un’alta personalizzazione di diagrammi e organigrammi, di condividere il proprio progetto con altre persone e di esportare i file nei formati giusti. 

Esistono numerose applicazioni valide per creare mappe concettuali, la maggior parte però è a pagamento. 

In questo articolo vi indicheremo due tra le migliori applicazioni per mappe concettuali con piano gratuito oltre quello premium.

Di seguito vi indicheremo i pro e i contro di MiMind e Mindly.

Migliori applicazioni per mappe concettuali: MiMind

Iniziamo subito con una delle applicazioni per mappe concettuali più ricca di funzionalità, ma allo stesso tempo altamente intuitiva e facile da usare

Con quest’app la personalizzazione della vostra mappa concettuale sarà massima, dalla scelta del layout fino alla formattazione (per grafica e testo) della mappa. 

Azzardiamo che MiMind possa essere la migliore app per realizzazione di mappe concettuali e mentali. Ma questo ovviamente è un’opinione personale, anche se crediamo che una volta provato difficilmente passerete ad un’altra applicazione. 

Su MiMind troverete tutto ciò di cui avrete bisogno, potrete creare strutture multi-livello (cosa che non è per niente scontata per app di questo genere), impostare la gerarchia degli elementi e scegliere tra numerosi diagrammi, organigrammi, schemi, linee, curve e forme geometriche

Quindi via libera alla fantasia, oltre ai classici riquadri o cerchi potrete utilizzare le più svariate forme geometriche come triangolo, esagono, ottagono.

Presente l’opzione copia e incolla, possibile duplicare, collegare o scollegare i nodi concettuali. Gli elementi possono essere inseriti tramite drag & drop (semplice e veloce), e il vostro progetto può essere condiviso online attraverso le varie piattaforme Cloud. A tal proposito è compatibile con Google Drive e Dropbox. 

Infine, segnaliamo che i progetti possono essere esportati in vari formati, dal pdf al xml, senza dimenticare però anche gli interessanti formati jpeg, png, tga, bmp. Quest’ultimi vi permetteranno di esportare il vostro progetto come immagine.

Mindly

Degno di nota anche Mindly, altra applicazione per creare mappe concettuali assolutamente di categoria superiore. 

Colpisce la sua semplicità e intuitività, creare una mappa con Mindly è infatti estremamente facile. Adatto sia ai principianti che ai pro, quest’app permette di creare delle mappe concettuali altamente personalizzate. 

Proprio come accade con MiMind, anche quest’app offre svariate possibilità di personalizzazione, dalla scelta della gerarchia degli elementi fino all’aggiunta di immagini, video, note e link nei vari riquadri o di fianco ai connettori.

Interessante l’ampia scelta di colori, che spesso vengono poco considerati dalle app competitors, che evidentemente si concentrano maggiormente sulla scelta di layout, diagrammi e organigrammi.

Ma anche i colori hanno la loro importanza e dividere i concetti per colore (ad es. rosso per i più “pericolosi”, verdi per quelli già “verificati e attuati”, ecc.) potrebbe sicuramente facilitarne la memorizzazione da parte di chi le guarderà. 

Ben fatta anche la clipboard su cui lavorare e organizzare i contenuti della mappa. Il vostro progetto può essere condiviso tramite piattaforme Cloud come ad esempio iCloud o Google Drive. 

Unica pecca: esportazione del progetto in soli tre formati, ovvero PDF, OPML, TXT.

 

IL MIO LAVORO TI È STATO UTILE?
SUPPORTA QUESTO PROGETTO...

Search