Blog

Alcuni articoli che potrebbero essere utili.

Cos’è una mappa concettuale

La mappa concettuale è una rappresentazione grafica in grado di esprimere concetti, interpretare e rielaborare idee in maniera sintetica, trasformare immagini “mentali” in qualcosa di scritto.

La mappa segue una precisa struttura gerarchica in cui i concetti vengono inseriti in riquadri e forme geometriche (detti nodi concettuali), e collegati fra loro con delle linee o frecce (chiamate connettori) che indicano inoltre la relazione tra i vari nodi concettuali.

Sono largamente usate in ambito scolastico, lavorativo e industriale.

Di seguito vi indicheremo a cosa serve e come creare una mappa concettuale.

Mappa concettuale: lo scopo e la differenza con le altre mappe

Come già anticipato, la mappa concettuale segue una precisa struttura gerarchica, ed è molto precisa e “rigida” nei confronti di altre mappe come quelle mentali o multimediali. 

Principalmente serve per dare la possibilità agli altri di capire e interpretare al meglio le vostre idee o progetti, che andrete a rielaborare e sintetizzare per poi inserire i concetti più importanti all’interno dei nodi concettuali

Ma oltre a comunicare e trasmettere conoscenze, la mappa concettuale ha uno scopo ben preciso: favorire l’apprendimento. È infatti comprovato che le rappresentazioni grafiche sono in grado di aumentare le capacità cognitive, velocizzare e migliorare l’apprendimento, e conferirvi maggiori capacità di riflessione mentale. 

Dal punto di vista dei contenuti (i concetti), la mappa concettuale permette a chi la guarda di ricevere informazioni ben strutturate (e quindi non “astratte”) e di memorizzarle molto più facilmente. 

Di conseguenza, si potrà lavorare sul progetto con molta più concentrazione e soprattutto con molta più razionalità. 

La mappa mentale invece presenta una grafica più accattivante con varie ramificazioni che partono dal concetto-cardine per poi estendersi dal centro verso l’esterno coprendo tutta la mappa.

Quindi se la mappa mentale si avvicina comunque molto a quella concettuale per scopo e modalità d’uso, la multimediale rappresenta tutt’alto. 

Quest’ultima è rappresentata da una serie di soluzioni tecnologiche multimediali (immagini, video, presentazioni) molto avanzate, la grafica può essere anche 3D e in alcuni casi permette addirittura l’utilizzo della realtà aumentata.  

Come crearla

Se volete creare una mappa concettuale, la prima cosa da fare sarà scegliere un programma con cui realizzarla. Il nostro consiglio è di svilupparla da desktop in modo tale da avere tutti gli strumenti davanti ai vostri occhi, e cliccarci su facilmente. 

Inoltre da desktop il drag & drop per l’inserimento di elementi riuscirà ovviamente meglio che da mobile.

Nulla però vi vieta di utilizzare un’app per creare mappe concettuali, alcune sono davvero fatte bene e non vi faranno comunque rimpiangere l’utilizzo del PC. 

Le cose che dovrete verificare prima di cominciare ad utilizzare un software o un’app, in modo da partire avvantaggiati e con un buon programma fra le mani, sono:

  • disponibilità di layout;
  • scelta di diagrammi e organigrammi;
  • possibilità di inserire immagini, video, link, note audio;
  • possibilità di condividere il proprio progetto con altri utenti;
  • tipi di formati disponibili per l’esportazione.
IL MIO LAVORO TI È STATO UTILE?
SUPPORTA QUESTO PROGETTO...

Search